Crea un account

Carrello

Chiudi

Carrello vuoto

Dino Impagliazzo verrà insignito dell’onorificenza al merito della Repubblica italiana da parte del Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

Compirà 90 anni nel prossimo mese di maggio, è cittadino romano ma è nato a La Maddalena ed è famoso  per essere ‘lo chef dei poveri’, perché da oltre dieci anni sfama più di trecento senzatetto al giorno nella Capitale. Così Dino Impagliazzo verrà insignito dell’onorificenza insieme ad altre trentadue persone ‘eroi dei nostri giorni’, premiate per il loro alto impegno in vari ambiti, di esempio per il Paese. Dino Impagliazzo, grazie a donazioni di cibo da parte di commercianti, supermercati di cibo in eccedenza o in prossima scandenza, prepara da mangiare e serve più di 300 pasti al giorno a senza fissa dimora di diverse zone di Roma.

 

Dino torna nella casa natia de La Maddalena più volte l’anno dove rivede gli amici e i parenti di sempre e si dedica agli ospiti e ai famigliari nella sua casa, oltre che alla pesca col bolentino. Da sempre è impegnato in progetti sociali per aiutare il prossimo. Lui, con la moglie Fernanda, sono stati il nucleo di una famiglia attenta all’aiuto del prossimo: sono i genitori di Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio e di altri tre fratelli impegnati – in diverso modo – in ambito sociale.

In questi giorni Impagliazzo è intervenuto all’Università Lumsa sulla sua esperienza di vita rivolta al prossimo. Nel 2018 Dino ha ricevuto il prestigioso premio internazionale Cartagine 2.0 nella sezione ‘Solidarietà’ destinato a coloro che hanno contribuito in Italia e all’estero alla diffusione della cultura e del sapere in diversi settori.

Nel 2016 lo Chef dei poveri ha incontrato Papa Francesco, salutandolo da parte di tutti i barboni di Roma e invitandolo a servire la mensa dei poveri organizzata giornalmente da Dino e i volontari dell’Associazione RomAmor Onlus della quale Dino è presidente.

 

Fonte: Sardinia Post

Torna su